30 marzo 2011

UNA SORPRESA INASPETTATA

In un periodo così così le soprese fanno sempre piacere! A volte sono grandi altre volte sono piccole, ma sempre gradite. Come questa che mi è pervenuta dalla Zia Franca di http://nonsolopupazzetti.blogspot.com/, che vi invito a seguire.

Pare che si debba seguire la regola del descrivere se stessi in 10 punti, vediamo se ci riesco:
1) ricamo a punto croce da quasi venti anni e ho imparato tutto da sola (modestamente :) );
2) ho una famiglia meravigliosa, non li cambierei per nulla al mondo... quindi grazie a mamma e papà per avermi messa al mondo ma grazie anche ai suoceri, ai nonni, agli zii;
3) ho un compagno che adoro e che mi adora, stiamo insieme da dieci anni ma è come se fosse il primo giorno, anzi meglio;
3) mi piace leggere e viaggiare;
4) adoro il Texas, una grande terra con un grande grande cuore;
5) pochi amici ma buoni;
6) a dispetto del lavoro che faccio sono un'anima semplice, la mia libertà inizia dove finisce la tua e viceversa;
7) conosci te stesso... i greci la sapevano lunga in fatto di filosofia!;
8) ballo la line dance;
9) ho deciso di aprire questo blog perchè i muri di casa mia non bastano più :) ;
10) in certi giorni ringrazio il cielo di essere viva.
Valeria

28 marzo 2011

PERCHE' IL PUNTO CROCE?

Già, perchè? Ma come dice la intro al mio blog il punto croce è semplice da imparare  richiede una gran concentrazione quando si segue lo schema, pertanto non c'è proprio il tempo di pensare ad altro... se ci si distrae si rischia di sbagliare e anche una sola "crocetta" fuori posto fa diventare disarmonico il lavoro. E non basta "correggere"! Bisogna capire dove sta l'errore e disfare fino a quel punto per poi rifare tutto daccapo.
Quindi occorre tanta tanta tanta pazienza.
Per me rappresenta una bellissima evasione dalle preoccupazioni e dallo stress nonchè una specie di mantra che mi aiuta a riflettere e a prendere le decisioni giuste, di qualsiasi decisione si tratti.
Prendo la tela, raccolgo lo schema che i miei gatti hanno nel frattempo usato per giocare, apro il cestino dei rocchetti (sempre rigorosamente chiuso quando non lavoro se non voglio che gli amati felini lo usino come loro personale parco giochi), mi metto comoda sul divano, un buon "film da ricamo" (questa è un'altra storia) e via..... passo così intere giornate.
Quando lavoro ai miei progetti il tempo vola ed è accaduto che, per i quadri e le realizzazioni più semplici, riuscissi a completare metà dello schema in un solo giorno.

23 marzo 2011

LAVENDER&LACE

... e ancora un po' di lavori già eseguiti, in attesa di quello da terminare. Lavender&Lace (ww.tiag.com) è un'altro dei miei brand preferiti in fatto i schemi a punto croce.
Gli schemi di L&L sono un po' più delicati rispetto ai Mirabilia in fatto di colori, si tratta per lo più di disegni di fate, dame e regine un po' "vittoriani", ma sempre e comunque d'effetto.
Cliccate sul titolo e buon viaggio!
Valeria

21 marzo 2011

OGGI SI MARCA VISITA

Già oggi è proprio così. E' una bella giornata di sole, il primo giorno di primavera e anche se le montagne che si vedono dalla finestra della mia cucina sono coperte di neve l'inverno è ormai alle spalle!
E così approfitto della bella giornata e mi dedico a me stessa, al mio work in progress (mi devo spicciare a finirlo, mia suocera freme per avere il suo)  e a rilassarmi in compagnia dei miei amati amici felini (chi volesse conoscere le loro gattosità passate il mouse sul titolo del post).
Il mio work in progress già... si chiama "Athena Goddess of wisdom" e manco a dirlo è un Mirabilia. Alla mia mamma non piacciono i colori, dice che sono troppo forti, ma è proprio questa caratteristica che mi ha attirata verso questo schema. Il risultato finale divrebbe essere quello della foto qui sotto





Un altra mia realizzazione, allo stato in corso d'opera, è "Cinderella"

20 marzo 2011

ANCORA QUALCOSA

Continuo a pubblicare qualcosa di vecchio, in particolare lavori Mirabilia. Se devo essere sincera non sono tanto difficili da realizzare ... una volta che si è presa la mano ovvio.
La parte più complessa sono le perline: di mille forme, dimensioni e colori, bisogna attaccarle nel verso giusto del ricamo e se si sbaglia son dolori a disfare... vanno dappertutto e miei gatti si divertono come matti ad inseguirle. Io un po' meno a raccoglierle, visto che si infilano per ogni dove.
Per fortuna che questa passione ha sviluppato in me una gran pazienza, per cui quando accade di sbagliare (e succede spesso), disfo e rifaccio, a volte anche tre quarti di lavoro, ma nel punto croce la perfezione è davvero tutto! Basta un "quadretto" fuori posto e "sballa" tutto lo schema... e non è un bel vedere davvero.
A presto
Valeria

19 marzo 2011

19 Marzo 2011

Ok, cominciamo questo nuovo esperimento... questa volta senza intenti di visibilità o che altro, ma solo una vetrina di quello che, altrimenti, resterebbe chiuso in una scatola.
D'altra parte i muri sono limitati e se dovessi davvero appendere tutto quello che ricamo non basterebbero nè quelli di casa mia, già pieni, nè quelli di casa di mia suocera che pure apprezza.
Quindi questo è, o dovrebbe essere nelle mie migliori intenzioni, un muro virtuale dove appendere quello che esce dalle mie mani in mesi di paziente lavoro. Con il vantaggio che, a differenza dei muri veri, quelli virtuali si possono riempire senza aver paur che prima o poi termini lo spazio a disposizione!
Buon viaggio nel mio mondo a crocette.
Valeria