30 luglio 2014

LE BAMBOLE

Ricamate quando ero ancora agli inizi del mio percorso ago, filo e fantasia, le bambole delle regioni italiane appartengono ad una vecchissima collezione di schemi a punto croce di Rakam. Ovviamente non ho potuto realizzarle tutte, ne ho scelte due, una, Lucia, rappresenta la regione da cui provengo, la Lombardia, l'altra Rossella l'ho ricamata perchè mi piacevano moltissimo i colori della sua regione di provenienza, la Sicilia.
Ora come ora se avessi ancora gli schemi a portata di mano, ricamerei la bambola del Piemonte, regione che mi ha adottata dal lontano 2006 e nella quale vivo tutt'ora.
Peccato non trovarli più!!!!
















29 luglio 2014

UNA LUNGHISSIMA PAUSA DI RIFLESSIONE

Ultimo post del 28 Dicembre 2013.
Era la fine dell'anno, un 2013 per certi versi davvero brutto e speravo che il 2014 avrebbe portato una miglior fortuna, ma così non è stato se a sette mesi di distanza mi ritrovo a pensare le stesse identiche cose di un anno fa (quasi).
Per un po' ho abbandonato ago e filo, sbagliando forse, perchè erano la mia valvola di sfogo, un'oasi che mi ero creata e che apparteneva solo a me e me sola. Purtroppo l'inverno e la primavera hanno portato con sè parecchie problematiche da sbrigare, lavoro e non solo, tante riflessioni sono scaturite da queste vicissitudini tra cui anche quella del se portare avanti un lavoro, vale a dire il blog e tutto quello che gli è connesso, valesse lo sforzo e il tempo che gli stavo dedicando.
Quindi mi sono ritirata e mi sono dedicata ad altro, salvo poi tornare alle mie crocette e ai miei fili colorati.
Come tornare al primo amore.
Tra tante promesse non mantenute, tra tanti progetti che stentano a decollare l'unica cosa solida che ho e che resta sempre è un ricamo che vedi nascere e crescere fra le tue mani e che porti avanti con tempistiche tutte tue. Dipende solo da te se continuare o meno, se piantarlo lì perchè non ti va più di farlo (cosa che non mi piace anche se qualche volta è accaduto) oppure perseverare e concludere il lavoro.
Non si dipende da nessun altro, non si devono fare telefonate, scrivere mail, organizzare riunioni, gestire contati. L'unico contatto è con la tela e lo schema ed è diretto, senza filtri.